Il rispetto delle norme, l’attenzione alle regole di convivenza tra i passeggeri, la collaborazione tra clienti e personale viaggiante, la cura della comunicazione e dell’informazione sono comportamenti importanti per poter garantire un servizio di qualità. A seguire vengono presentate in sintesi le norme che regolano l’utilizzo dei mezzi pubblici, i diritti dei viaggiatori e i comportamenti dei passeggeri che possono facilitare il viaggio di ognuno.

1) Munirsi del titolo di viaggio, convalidarlo utilizzando le apposite obliteratrici e mostrarlo al personale di servizio ogni qualvolta venga richiesto.
2) In caso di mancata convalida del biglietto per malfunzionamento dell’obliteratrice il cliente dovrà darne tempestiva comunicazione al personale di servizio.
3) Rispettare scrupolosamente le istruzioni e le disposizioni dell'azienda, nonché le indicazioni ricevute dal personale di servizio.
4) Utilizzare le infrastrutture di trasporto seguendo le regole prefissate - insieme a quelle del vivere civile - non compromettendo in alcun modo la sicurezza del viaggio ed i livelli del servizio per se stesso e per tutti gli altri viaggiatori.
5) Agevolare, durante il viaggio, le persone anziane e le persone con difficoltà motorie evitando di occupare i posti loro riservati, che dovranno in ogni caso essere ceduti a richiesta degli aventi diritto.
6) Non occupare più di un posto a sedere per passeggero.
7) Sorreggersi agli appositi sostegni e maniglie durante la marcia in vettura e non sostare in corrispondenza dei vestiboli dei treni, degli intercomunicanti fra i veicoli ed in corrispondenza delle porte di salita e discesa.
8) Non sporcare e non danneggiare vetture, impianti, strutture e accessori.
9) Rispettare il divieto di fumo, ivi incluso il divieto di utilizzo delle sigarette elettroniche.
10) Non adottare comportamenti che possano creare disturbo alle altre persone. Non ostruire il passaggio creando ingombro ed evitare di fermarsi davanti alle porte e alle obliteratrici.
11) Tutte le fermate degli autobus e alcune fermate ferroviarie, individuate da apposito simbolo nel quadro orario, sono a richiesta: 
in salita - manifestare al personale l'intenzione di salire a bordo facendo cenno con la mano all’avvicinarsi del mezzo.
in discesa - premere per tempo il pulsante di prenotazione di fermata dell’autobus o avvisare il capotreno al momento del controllo del titolo di viaggio o, comunque, in tempo utile prima della fermata.
12) Utilizzare le porte di entrata e di uscita così come indicato dall’apposita segnaletica sui mezzi.
13) Evitare di salire e scendere dal mezzo in movimento o quando le porte siano state già chiuse dal personale addetto.
14) La salita e la discesa sono consentite solo all’interno degli spazi identificati come punti di fermata. È vietato prenotare una fermata o chiedere all’autista di scendere/salire fuori dagli spazi identificati sul percorso per le fermate dei mezzi.
15) Adottare nei confronti del personale aziendale comportamenti di rispetto e collaborazione per favorirli nello svolgimento del servizio.
16) Non esercitare attività pubblicitarie o commerciali, anche se a scopo benefico, senza il consenso dell’Azienda.
17) Le riprese fotografiche, televisive e cinematografiche, all'interno di mezzi, impianti e strutture aziendali devono essere preventivamente autorizzate da Busitalia.
18) Non usare i segnali di allarme o qualsiasi dispositivo di emergenza, se non in caso di grave ed incombente pericolo.
19) Non trasportare oggetti compresi tra quelli classificati nocivi o pericolosi, senza rispettare le limitazioni/indicazioni stabilite dall'Azienda.
20) Non accedere nelle vetture in stato di ebbrezza manifesta o, comunque, in condizioni psicofisiche tali da creare impedimento al regolare svolgimento del servizio.
21) Il cliente è responsabile nei confronti di Busitalia per qualsiasi danno determinato dall’inosservanza degli obblighi e dei divieti espressi dal regolamento aziendale e dalla normativa vigente. È inoltre responsabile nei confronti di Busitalia per qualsiasi danno causato dagli oggetti o animali che porta con sé.

Acquisto titoli di viaggio

Il passeggero prima di salire sui mezzi è tenuto ad acquistare il documento di viaggio presso le rivendite di biglietti o abbonamenti Busitalia o presso le rivendite autorizzate (bar, edicole, tabaccherie…). In caso di necessità il viaggiatore può acquistare il titolo di viaggio a bordo dei mezzi a prezzo maggiorato, fornendo al conducente o al capotreno l’esatto importo in contanti. Il titolo di viaggio deve essere sempre convalidato non appena saliti a bordo ed esibito a semplice richiesta del personale in servizio e/o di verifica. I biglietti convalidati e parzialmente utilizzati e gli abbonamenti sono personali e non cedibili. I titoli di viaggio non sono rimborsabili a meno dei casi previsti dalla vigente normativa.

Convalida titoli di viaggio

Il titolo di viaggio deve essere sempre convalidato non appena saliti a bordo. Dopo la convalida è opportuno verificare l’esattezza della timbratura (data - ora). Eventuali anomalie o guasti dei dispositivi di convalida dei titoli di viaggio vanno segnalati tempestivamente al personale di servizio. Il titolo di viaggio deve essere conservato per tutta la durata del viaggio, fino all’uscita dall’autobus o dalla stazione di destinazione.

Sostituzione di biglietti danneggiati

In caso di richiesta di sostituzione dei titoli di viaggio da parte dei clienti per malfunzionamento, i clienti possono rivolgersi alle biglietterie abilitate di Perugia, Terni, Narni, Amelia, Orvieto, Spoleto e Foligno che, previe le necessarie verifiche, provvedono alla sostituzione dei biglietti danneggiati. Non è prevista la sostituzione dei biglietti danneggiati per incuria da parte del Cliente.

Acquisto di titoli su app SALGO

SALGO è l’app di Busitalia in Umbria che consente di pianificare gli spostamenti con i servizi di Busitalia in Umbria e di acquistare alcune tipologie di titoli di viaggio.

Con SALGO è possibile:

  • pianificare il viaggio: individuare la soluzione più veloce e comoda per raggiungere la destinazione scelta dalla posizione attuale o da un indirizzo specificato;
  • cercare la fermata: individuare le fermate più vicine e verifica la distanza dalla posizione dell’utente o da un indirizzo specificato;
  • informarsi sui transiti alle fermate: è possibile ottenere informazioni sulle linee urbane ed extraurbane che transitano ad ogni fermata;
  • acquistare il biglietto: per i servizi di Busitalia direttamente dall’app;
  • accedere alle news sul servizio;
  • viaggiare con Pass TPL UMBRIA-UNIPG: il Pass TPL UMBRIA-UNIPG è l’abbonamento pensato per gli studenti univerisitari.

Acquisto di titoli di viaggio
È possibile acquistare biglietti ordinari attraverso la funzione “Acquista biglietti e abbonamenti - biglietti a tariffa fissa”.

Ai fini del loro valido utilizzo, i biglietti acquistati su SALGO devono SEMPRE essere convalidati (o attivati) prima della salita sul mezzo utilizzando l’apposita funzione “Attiva” sulla app.

La validità del biglietto acquistato dipende dalla tipologia:

  • Biglietto per i servizi urbani di Terni è valido 100 minuti dal momento della convalida (o attivazione);
  • Biglietto per i servizi urbani di Narni, Gubbio e Spoleto è valido 90 minuti dal momento della convalida (o attivazione);
  • Biglietto per i servizi extraurbani è un biglietto che, dal momento della convalida (o attivazione) consente di effettuare una corsa sulla tratta specificata nel biglietto;
  • Biglietti Umbria Airlink e Umbria Airlink ridotto sono biglietti che, dal momento della convalida (o attivazione) consentono di effettuare una corsa sulla tratta di interesse.

I biglietti acquistati su SALGO non sono rimborsabili in nessun caso e devono essere utilizzati (attivati) entro 6 mesi solari dalla data dell’acquisto.

I biglietti digitali Umbria Airlink non potranno essere utilizzati dopo il 29/03/2024, fatte salve successive disposizioni.

Durante il viaggio è necessario portare con sé il dispositivo (smartphone, tablet) con cui è stato effettuato l’acquisto e validare il titolo di viaggio prima di salire a bordo.

Acquisto del supplemento bici
Il supplemento bici è valido esclusivamente per alcune corse delle linee E401 Norcia – Spoleto ed E621 Terni – Marmore – Scheggino.

Il supplemento non dà diritto al trasporto bici su tutti i mezzi. È necessario contattare il servizio clienti al numero 0744 492703 e accertarsi della disponibilità di posti sulla specifica corsa prima di acquistare il supplemento.

È consentito il trasporto di una bici del peso massimo di 15 kg da caricare sull’apposita rastrelliera.

Le operazioni di carico e scarico sono a carico del cliente.

Il supplemento bici necessita di validazione, tramite app SALGO, analogamente ai titoli di viaggio.

Se è stato effettuato un acquisto di un biglietto da SALGO è necessario validare sia il biglietto che il supplemento bici.

Una volta attivato, il supplemento bici ha validità giornaliera dalla data di validazione.

Il supplemento bici non è modificabile né rimborsabile.

Durante il viaggio è necessario portare con sé il dispositivo (smartphone, tablet) con cui è stato effettuato l’acquisto e validare titolo e supplemento bici prima di salire a bordo.

 

Per i termini e le condizioni di utilizzo della app SALGO si rimanda alle Condizioni di Utilizzo dell'app MYCICERO che costituisce la piattaforma tecnologica su cui è sviluppata la app SALGO.

Per il funzionamento dell’app SALGO visita la pagina dedicata.

Condizioni di utilizzo dei titoli di viaggio aziendali acquistati su app TRENITALIA

I titoli di viaggio aziendali acquistabili su app TRENITALIA sono biglietti digitali dematerializzati non rimborsabili. Le tipologie di titoli acquistabili attraverso questo canale e relative eventuale variazioni sono comunicate attraverso specifici avvisi al pubblico.

Ciascun biglietto acquistato su app TRENITALIA è utilizzabile entro 3 mesi dalla data di acquisto nel giorno specificato previa convalida: sono ammessi 4 cambi “di data” da effettuarsi entro le ore 23:59 del giorno precedente a quello di previsto utilizzo e comunque entro i 3 mesi dalla data di acquisto.

La convalida è obbligatoria prima di salire a bordo del mezzo e deve essere effettuata esclusivamente dall’app TRENITALIA sulla stessa utenza e/o dispositivo da cui è stato effettuato l’acquisto. Per effettuare la convalida è necessario visualizzare il titolo di viaggio nella sezione “I miei viaggi” dell’app TRENITALIA e procedere selezionando il tasto “Convalida”. La mancata convalida determina l’applicazione delle sanzioni previste in caso di mancanza di idoneo titolo di viaggio.

Il biglietto convalidato è personale e non cedibile e deve essere esibito su richiesta del Personale addetto alla Controlleria, tramite supporto informatico (smartphone o tablet) in grado di visualizzare correttamente codice AZTEC/QR Code mostrando il biglietto dall'area riservata "I miei viaggi" disponibile su app TRENITALIA.

Per maggiori informazioni sull’acquisto tramite app TRENITALIA, visita la pagina dedicata. 

Accessibilità alle persone con disabilità e mobilità ridotta

Busitalia offre i propri servizi a tutti i cittadini assicurando parità di trattamento e favorisce l’accessibilità ai servizi di trasporto prestati a tutti i cittadini con mobilità ridotta. Le biglietterie, il servizio di assistenza alla clientela ed i punti di vendita preposti forniscono alle persone con disabilità e mobilità ridotta tutte le informazioni in merito a:

  • servizi e dotazioni di bordo;
  • condizioni di accesso, agevolazioni e tariffe praticate;
  • accessibilità delle stazioni e dei treni;
  • assistenza a bordo. 

Negli autobus
Su tutti gli autobus è presente almeno un posto riservato alle persone anziane, con ridotta capacità motoria o alle donne in stato di gravidanza.

Tutti gli autobus impiegati sui servizi urbani sono dotati di pedane che agevolano l’accesso ai passeggeri con mobilità ridotta.

Per le escursioni turistiche è disponibile un autobus dotato di un elevatore e fino a 4 posti carrozzella attrezzati.

Nelle stazioni
Nelle stazioni presidiate da agenti del gestore dell'infrastruttura ferroviaria l’assistenza a terra è assicurata dal personale di RFI. 

Nei treni
Su ogni carrozza vengono riservati due posti alle persone anziane, con ridotta capacità motoria o alle donne in stato di gravidanza. Sui treni il servizio di assistenza alle persone disabili e con mobilità ridotta si può attivare telefonando, almeno 24 ore prima della partenza, alla biglietteria “La Vecchia Stazione” – tel. 075.9637246 aperta dal lunedì al venerdì 7:00 - 19:00 e il sabato 7:00 - 14:00.

Nei traghetti
Sui traghetti il servizio di assistenza alle persone disabili e con mobilità ridotta si può attivare telefonando, almeno 24 ore prima della partenza, alla biglietteria di Passignano sul Trasimeno - tel. 075.9637702.

Il sito internet
Tutti gli orari dei servizi Busitalia relativi a trasporto urbano, extraurbano, ferroviario, di navigazione e di mobilità alternativa sono accessibili alle persone ipovedenti e non vedenti nelle apposite sezioni “orari web accessibile”. 

Trasporto di bambini

Negli autobus: I bambini di età inferiore ai 6 anni, accompagnati da un adulto pagante, possono viaggiare gratuitamente. Chi accompagna più di un bambino di età inferiore ai 6 anni deve acquistare un biglietto ogni 2 bambini.

Nei traghetti: I bambini di età inferiore ai 6 anni possono viaggiare gratuitamente (1 adulto per ogni bambino). 

Nei treni: I bambini fino a 4 anni non ancora compiuti viaggiano gratuitamente purché accompagnati da un adulto e purché non occupino un posto a sedere. I bambini con età da 4 a 12 anni non ancora compiuti hanno diritto all’applicazione di una tariffa ridotta del 30% sul prezzo del biglietto di tariffa ordinaria. Sul servizio urbano del territorio di Perugia con l’utilizzo di biglietti UP i bambini di età inferiore ai 6 anni, accompagnati da un adulto pagante, possono viaggiare gratuitamente; chi accompagna più di un bambino di età inferiore ai 6 anni deve acquistare un biglietto ogni 2 bambini. 

Passeggini per bambini

Negli autobus
È consentito trasportare gratuitamente carrozzine e passeggini per bambini, purché chiusi e sistemati in modo tale da non costituire pericolo e intralcio per i passeggeri. Nei servizi urbani è possibile tenere il passeggino aperto, purché lo stesso sia posizionato contromarcia e frenato e purché il bambino abbia le cinture di sicurezza adeguatamente allacciate. 

Nei traghetti
È consentito trasportare gratuitamente carrozzine e passeggini per bambini, purché sistemati in modo tale da non costituire pericolo e intralcio per i passeggeri. 

Nei treni
È consentito trasportare gratuitamente carrozzine e passeggini per bambini, purché chiusi e sistemati in modo tale da non costituire pericolo e intralcio per i passeggeri.

Trasporto di animali

Negli autobus
Il passeggero può portare con sé gratuitamente gatti o cani di piccola taglia purché non occupino posti a sedere e vengano trasportati in modo da non arrecare molestia agli altri viaggiatori. I cani dovranno essere muniti di museruola e guinzaglio. È consentito l’accesso negli autobus anche dei cani di media taglia, purché il proprietario provveda:

  • a munirsi di titolo di viaggio debitamente convalidato anche per il cane;
  • a munire il cane di museruola fitta e solida, tale da impedire che possa mordere;
  • a condurre costantemente il cane munito di museruola al guinzaglio. 

I cani guida per non vedenti viaggiano gratuitamente. 

I passeggeri che accompagnano gli animali sono tenuti a risarcire gli eventuali danni provocati a cose e/o persone. Il rilevamento da parte del personale aziendale del mancato rispetto delle norme sopra citate, il notevole affollamento delle vetture, il pregiudizio della sicurezza dei passeggeri e del personale, il disturbo ai viaggiatori e il danneggiamento del mezzo possono comportare, ad insindacabile giudizio del personale aziendale, l’allontanamento dell’animale e l’interruzione del viaggio senza alcun diritto al rimborso del biglietto. 

Nei traghetti (per il trasporto dei cani, si richiama anche l’ordinanza 13A07313 del 06.08.2013 del Ministero della Salute)
Gli animali domestici possono essere trasportati sulle imbarcazioni, sotto la propria responsabilità, senza il pagamento del biglietto alle seguenti condizioni:

  • devono essere di piccole dimensioni (max 35 cm al garrese);
  • non devono disturbare gli altri passeggeri o il personale di bordo;
  • non devono essere pericolosi;
  • devono essere tenuti in braccio o in appositi trasportini di dimensioni compatibili con le regole relative ai bagagli e, in ogni caso, trasportati in modo tale (ad esempio con museruola e guinzaglio) da non nuocere agli altri passeggeri.

I cani di media e grossa taglia sono ammessi a bordo purché il proprietario provveda ad acquistare idoneo titolo di viaggio anche per l'animale, a munire il cane di museruola ed a condurlo costantemente al guinzaglio in modo tale, in ogni caso, da non nuocere agli altri passeggeri.
In caso di notevole affollamento del mezzo, il Comandante dell’imbarcazione potrà sospendere il trasporto degli animali.
I cani in accompagnamento a passeggeri non vedenti, ed i cani in dotazione alle Forze dell’Ordine o di soccorso in servizio, tenuti al guinzaglio, hanno libero accesso sulle imbarcazioni.

Nei treni
È ammesso il trasporto gratuito di cani o gatti di piccola taglia ed altri piccoli animali domestici purché chiusi in appositi contenitori di dimensioni non superiori a cm 70x50x30 e purché vengano trasportati in modo da non arrecare disturbo o molestia agli altri viaggiatori. Per ogni contenitore eccedente le dimensioni sopra citate è dovuto il pagamento di un biglietto di seconda classe con la riduzione del 50% sulla tariffa ordinaria. È altresì ammesso il trasporto, dietro pagamento di un biglietto di seconda classe con la riduzione del 50% sulla tariffa ordinaria di corsa semplice: 

  • di cani di piccola taglia sciolti con museruola e guinzaglio, a condizione che gli altri viaggiatori lo consentano e purché il proprietario lo tenga sotto la sua diretta sorveglianza; 
  • di un cane di grossa taglia quando non rechi disturbo, munito di museruola e guinzaglio, purché sosti sulla piattaforma di ingresso. 

I cani guida per non vedenti viaggiano gratuitamente. 
I cani dovranno essere sempre muniti di museruola e guinzaglio. 
In nessun caso gli animali ammessi nelle carrozze possono occupare posti destinati ai viaggiatori e, in caso che gli animali stessi diano disturbo agli altri viaggiatori, il proprietario è tenuto ad occupare altro posto eventualmente disponibile o a scendere dal treno.    

Trasporto di bagagli

Negli autobus
Il passeggero può trasportare gratuitamente un solo bagaglio a mano che non superi le dimensioni di cm 50x30x25. In tutti gli altri casi è tenuto ad acquistare un biglietto per ogni bagaglio, alle tariffe ordinarie previste per il trasporto delle persone. Fucili da caccia: è consentito il trasporto gratuito di un fucile da caccia purché scarico e contenuto nell'apposito fodero. Le cartucce devono essere accuratamente custodite negli appositi contenitori. 

Nei traghetti
Il passeggero può trasportare gratuitamente fino a due valigie e colli, purché nessun lato di questi superi i 50 cm e/o comunque i 10 kg di peso. In tutti gli altri casi il passeggero è tenuto ad acquistare un biglietto per ogni bagaglio alle tariffe ordinarie previste per il trasporto delle persone. Non è, comunque, consentito il trasporto di oggetti eccessivamente ingombranti o pericolosi, né l’azienda è responsabile per furti, manomissioni, deterioramento e totale o parziale perdita degli oggetti trasportati. 

Nei treni
Il passeggero può portare con sé gratuitamente i bagagli purché siano posti nello spazio messo a disposizione e non rechino disturbo o danno agli altri viaggiatori, non ostacolino le attività di servizio del personale ferroviario e non danneggino le vetture. Non è comunque consentito il trasporto di oggetti eccessivamente ingombranti o pericolosi, né l’Azienda è responsabile per furti, manomissioni, deterioramento e totale o parziale perdita degli oggetti trasportati.

Trasporto di biciclette e dispositivi di micromobilità

Negli autobus
Sugli autobus è consentito il trasporto di biciclette e altri dispositivi di micromobilità (monopattini, segway etc.) pieghevoli, completamente ripiegati al fine di ridurre al massimo l’ingombro, nel limite di una bicicletta o un dispositivo per ogni passeggero; il trasporto di biciclette e dispositivi di micromobilità pieghevoli è effettuato a titolo gratuito.
Per scoprire i percorsi cicloturistici della Valnerina e visitare la ex ferrovia Spoleto - Norcia è attivo il servizio BUS&BICI, che prevede la possibilità di trasportare biciclette anche non pieghevoli, con un supplemento di € 3,50, acquistabile sull’app SALGO.
Per informazioni è possibile rivolgersi agli Uffici Relazioni con il Pubblico di Perugia e Terni e all’Ufficio Movimento di Spoleto, ai numeri di telefono 075.9637637 - 0744.492703 - 075.9637909, oppure consultare la sezione Umbria del sito internet www.fsbusitalia.it

Nei traghetti
È consentito il trasporto biciclette nelle tratte autorizzate solo nei giorni feriali, ove lo permettano il tipo di motonave in servizio, le condizioni meteorologiche e del traffico. La bicicletta è considerata bagaglio al seguito del singolo passeggero munito di regolare titolo di viaggio, che dovrà provvedere al carico, allo scarico del mezzo e alla sua custodia durante il trasporto, esonerando Busitalia da ogni responsabilità. Il trasporto della bicicletta comporta il pagamento, per ciascun mezzo, di un supplemento giornaliero non cedibile, valevole su tutte le linee che svolgono il servizio di trasporto biciclette. 

Nei treni
È consentito il trasporto biciclette, purché sistemate in modo tale da non costituire pericolo e intralcio per i passeggeri, previa prenotazione telefonica 3 giorni prima al numero 075 9637246 (biglietteria “La Vecchia Stazione”, Piazzale Bellucci, Perugia). In ogni caso la prenotazione sarà consentita solo qualora lo permettano le condizioni di sicurezza dei passeggeri e la composizione del treno, ad insindacabile giudizio del personale aziendale. 
Il trasporto della bicicletta comporta il pagamento, per ciascun mezzo, di un supplemento giornaliero del costo di € 3,50 non cedibile valevole 24 ore dalla prima convalida.

Scioperi

A norma di quanto previsto dalla legge 146/1990 modificata dalla legge 83/2000, l’Azienda fornisce tempestiva comunicazione sulle modalità degli scioperi previsti. In base alla legge sopra richiamata, in caso di sciopero, sono comunque garantiti tutti i servizi in partenza dalla località di origine nelle seguenti fasce orarie di garanzia:

  • TPL e mobilità alternativa Provincia di Perugia: 6:00 - 9:00 e 12:00 - 15:00.
  • TPL e mobilità alternativa Provincia di Terni: 6:30 - 9:30 e 12:30 - 15:30.
  • Servizio Ferroviario: 5:45 - 8:45 e 11:45 - 14:45.

Avvertenze

Gli orari dei passaggi ed i percorsi sono suscettibili di lievi variazioni dovute ad esigenze di servizio o a cause esterne; è pertanto consigliabile predisporsi alla fermata con qualche minuto di anticipo rispetto agli orari di passaggio.

Risarcimento danni per responsabilità civile

L’azienda provvede al rimborso di eventuali danni a cose o persone provocati per propria responsabilità civile nei seguenti casi: 

  • danni procurati a terzi dalla circolazione dei veicoli;
  • danni ai passeggeri durante la permanenza a bordo del mezzo o all’atto della salita o discesa dello stesso e nelle pertinenze delle stazioni e fermate ferroviarie aperte al pubblico; 
  • danni ai bagagli, agli indumenti dei passeggeri ed alle cose in generale trasportate da terzi (esclusi denaro, preziosi e titoli). 

Per accedere all’eventuale indennizzo
Il cliente dovrà contattare, al momento dell’incidente, l’autista del mezzo o il capotreno interessato per segnalare il danno subito e fornire le proprie generalità ed eventuali recapiti, nonché acquisire testimonianze. In caso di cadute o urti all’interno dei mezzi, il personale in servizio chiederà al cliente se abbia necessità dell’intervento del 118; in caso contrario il cliente dovrà acquisire testimonianze di altri viaggiatori presenti al momento dell’accaduto, da presentare scritte e firmate all’Ufficio Sinistri di Busitalia - Sita Nord per l’eventuale richiesta danni. 
Entro e non oltre 48 ore dall’accaduto, il cliente dovrà contattare Busitalia - Sita Nord, fornendo comunicazione in forma scritta al fine di attivare la relativa procedura di denuncia. 
Successivamente il cliente dovrà contattare l’ufficio sinistri aziendale, tel. 075 9637881, per accertare l’avvenuta denuncia del sinistro da parte del conducente e per ulteriori informazioni sull’esito della pratica. In seguito, il cliente dovrà contattare per l’attivazione della procedura di rimborso la compagnia assicuratrice a cui la Società avrà trasmesso la documentazione del caso.

Rimborsi e indennizzi per ritardo

Autobus
Nessun rimborso è dovuto qualora il ritardo o l’interruzione di servizio derivino da circostanze e fattori al di fuori del controllo dell’Azienda (calamità naturali, eventi atmosferici, interruzioni stradali, guasti al veicolo, traffico veicolare). Il rimborso potrà essere corrisposto qualora:

  • il servizio venga soppresso senza una preventiva informazione;
  • si verifichino ritardi imputabili all’azienda che comportino un grave e dimostrato danno al cliente.

In particolare:  

  • per il servizio urbano: in caso di servizio non effettuato o interrotto, per cause imputabili all’Azienda, in un arco di tempo in cui non vi siano altre corse sulla linea interessata o non intervenga un servizio sostitutivo entro 60 minuti;
  • per il servizio extraurbano: nel caso in cui la partenza o il passaggio subisca, per cause imputabili all’Azienda, un ritardo di oltre 60 minuti e non vi siano altre corse in partenza nello stesso lasso di tempo.

Il rimborso sarà pari al valore del titolo di viaggio pagato; in caso di utilizzo di taxi verrà rimborsato, dietro esibizione di ricevuta, un corrispettivo massimo fino a tre volte il costo della corsa aziendale che si sarebbe inteso utilizzare. La Società non rimborsa il costo dell’abbonamento per il suo eventuale mancato utilizzo parziale o totale, salvo casi particolari oggettivamente motivati, riferiti esclusivamente all’abbonamento annuale e soggetti a valutazione della Società stessa. La tessera personale non è rimborsabile.

Treno
Il biglietto di corsa semplice, non convalidato, è rimborsabile da fatto proprio, purché di importo superiore a € 8,00. Il biglietto di abbonamento annuale e scolastico è rimborsabile anche per mancato utilizzo da parte del cliente, dipendente da fatto proprio, nella quota non fruita, arrotondata al primo mese. I biglietti di abbonamento settimanali e mensili non sono in alcun caso rimborsabili.

Nel caso di ritardo tra il luogo di partenza e il luogo di destinazione, chiaramente desumibili dal titolo di viaggio, il passeggero potrà chiedere un’indennità pari:

  • il 25% del prezzo del biglietto in caso di ritardo compreso tra 60 e 119 minuti (tale indennità è riconosciuta per biglietti pari almeno a € 16,00);
  • il 50% del prezzo del biglietto in caso di ritardo pari o superiore a 120 minuti (tale indennità è riconosciuta per biglietti pari almeno a € 8,00).

La richiesta di indennità può essere inoltrata esclusivamente per biglietti in cui è indicata l’origine e la destinazione.

Non sono riconosciute indennità di importo inferiore a € 4,00 e non sono riconosciute ai possessori di biglietti gratuiti. Per poter richiedere l’indennità occorre:

  • per i biglietti cartacei occorre validare il biglietto in partenza e far certificare al personale in servizio sulla corsa interessata dal ritardo l’avvenuto ritardo.

La richiesta di indennità deve essere inoltrata, entro e non oltre 1 mese dall’evento, per posta, a Busitalia Umbria, Strada Santa Lucia 4, 06125 Perugia, con allegato il biglietto in originale oppure presso la biglietteria “La Vecchia Stazione”, Piazzale Bellucci, Perugia. L’Azienda invierà al richiedente, entro un mese dal ricevimento della richiesta, una credenziale per il ritiro dell’indennità in denaro. La comunicazione viene inviata anche in caso di mancato riconoscimento.

Il viaggiatore non ha diritto all’indennità nei seguenti casi:

  • se prima dell’acquisto del biglietto era informato del ritardo;
  • se il ritardo nell’ora di arrivo prevista proseguendo il viaggio su un servizio diverso o in base ad un itinerario alternativo rimane inferiore a 60 minuti.

Busitalia pubblica annualmente sul sito aziendale fsbusitalia.it la Relazione sulla qualità servizio ferroviario e mensilmente gli indici di puntualità ferroviaria. Gli abbonati ai servizi, qualora verifichino le condizioni richiamate dalla misura 7 della delibera dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti n. 106/2018 (numero di treni con ritardo superiore a 15 minuti o soppresso pari o superiore al 10% di quelli programmati), possono chiedere un indennizzo pari al 10% del prezzo dell’abbonamento mensile e a 1/12 del 10% dell’abbonamento scolastico 1/9-30/6, 9 mesi e universitario 1/11 – 31/10, 12 mesi.

La richiesta di indennità deve essere inoltrata, entro due mesi dal termine di validità dell’abbonamento, per posta a Busitalia Umbria, Strada Santa Lucia 4, Perugia con allegato il titolo in originale oppure presso la Biglietteria Busitalia presso la stazione FS di Perugia Fontivegge.

Parcheggi
Nessun rimborso è dovuto verso gli utenti che non utilizzino il parcheggio di superficie dopo aver acquistato il biglietto presso gli appositi dispositivi automatici, mentre nei parcheggi in struttura è sempre previsto un tempo libero di almeno 5 minuti, entro il quale l’utente può uscire senza dover corrispondere alcun pagamento. All’ingresso di tutti i parcheggi in struttura è affisso il regolamento, nel quale sono dettagliate le disposizioni di ogni singolo sito. Le aree di parcheggio gestite da Busitalia, ove non diversamente segnalato con appositi cartelli, sono da intendersi “non custodite”, pertanto l’Azienda non potrà essere ritenuta responsabile di danneggiamenti o furti all’interno dei veicoli. 

Sanzioni amministrative

Sanzioni a bordo autobus
Per le sanzioni amministrative a carico dei viaggiatori sprovvisti di titolo di viaggio a bordo degli autobus si applica l’art. 10 della legge regionale n. 24 del 2 settembre 1991.

Il viaggiatore è tenuto alla convalida del titolo di viaggio non appena salito a bordo dell’autobus. In caso di mancato funzionamento dell’obliteratrice dovrà essere tempestivamente avvisato il personale di guida per procedere alla convalida.

In caso di mancato possesso del titolo di viaggio o di possesso di titolo di viaggio non convalidato o scaduto il viaggiatore sarà assoggettato a sanzione amministrativa di € 30,99 oltre il costo del biglietto. Il pagamento della sanzione amministrativa potrà essere effettuato direttamente all’incaricato che procede alla contestazione o entro il 60° giorno successivo alla contestazione, tramite bonifico bancario utilizzando le seguenti coordinate bancarie: Unicredit Banca IT54W0200805351000103072765 intestato a Busitalia - Sita Nord S.r.l., oppure su c/c postale n° 1032689521 intestato a BUSITALIA SITA NORD SRL PERUGIA, indicando nella causale il numero di verbale e la data di emissione dello stesso.

Qualora il pagamento venga effettuato oltre il 60° giorno dalla contestazione, la sanzione è elevata ad € 92,96 oltre il costo del biglietto. 

Nel caso di mancata esibizione dell’abbonamento al personale di controlleria sarà comminata all’abbonato una sanzione di € 30,99, ridotta a € 6,20 nel solo caso di esibizione presso gli uffici Busitalia dell’abbonamento e di un documento di riconoscimento entro e non oltre le 48 ore dal momento del rilievo della sanzione. 

Entro il termine di 30 giorni dalla data della contestazione o notifica della violazione, il trasgressore potrà far pervenire a Busitalia - Sita Nord S.r.l. | Umbria, Strada S. Lucia 4 - 06125 Perugia, scritti difensivi, che potranno essere inoltrati anche via e-mail all'indirizzo umbria@fsbusitalia.it.  

Sanzioni a bordo dei treni
Per le irregolarità e relative sanzioni a bordo dei treni si fa riferimento all’art. 10 della legge regionale n. 24 del 2 settembre 1991.

Il biglietto deve essere obliterato all’atto della salita a bordo del treno; in caso di mancato funzionamento dell’obliteratrice dovrà essere avvisato il personale del treno per procedere alla convalida. Chi è trovato a viaggiare con biglietto non convalidato dovrà pagare una soprattassa di € 30,99 ed il titolo di viaggio sarà reso valido dal personale di controlleria. 

Se il viaggiatore in corso di viaggio o all’arrivo viene trovato sprovvisto di titolo di viaggio senza aver preventivamente avvisato il personale, o con titolo di viaggio scaduto, è assoggettato al pagamento del prezzo del biglietto più una sanzione di € 30,99, elevata a € 92,96 trascorsi 60 giorni dopo la contestazione. 

Il viaggiatore abbonato che, al controllo, risulti sprovvisto dello stesso, è assoggettato alla sanzione amministrativa di € 30,99, elevata a € 92,96 trascorsi 60 giorni dalla contestazione; la sanzione è ridotta a € 6,20 se l’abbonato presenta entro 48 dalla contestazione l’abbonamento in corso di validità, emesso precedentemente alla contestazione.  

Chi è trovato a viaggiare con biglietto di abbonamento alterato, contraffatto o intestato ad altra persona, o colui che effettui o tenti di effettuare un viaggio ricorrendo a sotterfugi per non pagare il titolo di viaggio è assoggettato al pagamento del titolo di viaggio al prezzo competente per il percorso effettuato, oltre ad una sopratassa pari a tre volte il prezzo dell’abbonamento con il minimo di € 92,96.  

Chi si avvale di un biglietto a riduzione senza averne titolo o non soddisfa alle condizioni per l’applicazione della riduzione stessa è assoggettato al pagamento per tutto il percorso, della differenza rispetto a percorso intero, oltre ad una soprattassa di € 8,00, a meno che non si tratti di un abuso, che prevede l’applicazione delle sanzioni di cui al punto successivo. 

Il pagamento della sanzione amministrativa potrà essere effettuato direttamente all’incaricato tramite bonifico bancario utilizzando le seguenti coordinate bancarie: Unicredit Banca IT54W0200805351000103072765, intestato a Busitalia - Sita Nord S.r.l., oppure su c/c postale n. 1032689521 intestato a Busitalia - Sita Nord S.r.l. Perugia, indicando nella causale il numero di verbale e la data di emissione dello stesso.

Entro il termine di 30 giorni dalla data della contestazione o notifica della violazione, il trasgressore potrà far pervenire a Busitalia – Sita Nord S.r.l. | Umbria, Strada S. Lucia 4 - 06125 Perugia, scritti difensivi, che potranno essere inoltrati anche via e-mail all'indirizzo umbria@fsbusitalia.it

Programma antievasione

Il contrasto all’evasione tariffaria costituisce una priorità per Busitalia, sia come richiamo al doveroso rispetto che merita il trasporto pubblico stesso e tutti i passeggeri che lo utilizzano secondo le regole, sia per il necessario recupero di risorse economiche da poter destinare al trasporto pubblico. In tale spirito per prevenire il fenomeno dell’evasione, Busitalia attua uno specifico programma di controllo sugli autobus, sui treni e/o sulle stazioni.


Oggetti smarriti

Gli oggetti smarriti rinvenuti a bordo dei mezzi devono essere consegnati all’autista/personale viaggiante o presso le strutture aziendali dedicate.

Gli oggetti rinvenuti sono tenuti a disposizione dei legittimi proprietari nei termini di legge per il loro ritiro. Gli oggetti smarriti a bordo dei veicoli sono generalmente recuperati durante le operazioni di pulizia e quindi sono disponibili a partire dal giorno successivo al rinvenimento presso l’ufficio oggetti smarriti. Prima di presentarsi a detto ufficio, è necessario contattare telefonicamente gli Uffici Relazioni con il Pubblico per verificare l’effettivo rinvenimento dell’oggetto smarrito. I proprietari possono contattare i recapiti aziendali, fornendo tutte le indicazioni atte a confermare la loro proprietà.

L’Azienda non risponde degli oggetti lasciati incustoditi nei mezzi e nei locali aziendali.