Raggiungi e visita l’antica città della Magna Grecia con il servizio extraurbano di Busitalia Campania.

Il Parco Archeologico di Paestum: raggiungi e visita l'antica città della Magna Grecia

Cosa vedere a Paestum

Il Parco Archeologico di Paestum, riconosciuta dall'UNESCO come patrimonio dell'umanità nel 1988, è un incantevole sito circondato da mura e torri, situata nel Comune di Capaccio, in Provincia di Salerno. L’area affonda le radici in tempi ancor più remoti dell’antica Grecia, poiché le tracce dei primi insediamenti umani, oggetti di età paleolitica e neolitica rinvenuti nei siti principali della zona risalgono alla Preistoria.

È tuttavia tra il VI e V secolo a.C. che la città acquista il volto che oggi ammiriamo, con l’ampia agorà, la “piazza”, al centro e i due santuari principali ai lati.

L’area si fonda su 3 templi. Il più antico è la Basilica o tempio di Hera, in stile dorico e dedicato alla dea greca protettrice della famiglia e del matrimonio. Il tempio più grande è quello di Nettuno, anch’esso in stile dorico costruito intorno al 460 a.C., in onore del dio dei mari Infine, il terzo è il tempio di Cerere, Santuario dedicato in realtà ad Atena, dea della guerra e della conoscenza, risalente al 510 a.C. circa.

Lungo la Via Sacra si possono ammirare il Foro romano e l’Anfiteatro, oltre che visitare il Museo Archeologico Nazionale con la famosissima Tomba del Tuffatore, unico esempio rimasto di pittura greca della Magna Grecia, rappresenta un uomo nel momento di lanciarsi tra i flutti. 

   

Come raggiungere Paestum

È possibile raggiungere il Parco Archeologico di Paestum grazie al servizio extraurbano gestito da Busitalia Campania. Da Salerno, prendete la linea 34, direzione Acciaroli.

Le fermate che servono il Parco sono le seguenti:

  • Paestum Porta Aurea: accesso all'aera nord;
  • Paestum Stazione FS: accesso all'area centrale;
  • Paestum Templi: accesso all'aera sud.

Tutte e tre le fermate sono a circa una decina di minuti a piedi dall'ingresso del Parco.